martedì 19 giugno 2012

* Ricette * - Piadina estiva

Ecco qui un'ottima idea per utilizzare il Guacamole che abbiamo fatto ieri (perchè l'avete fatto, vero???).
Quanto amo le piadine. Quelle sottili però. Non so se si chiamino piadine, ora che ci penso. Vabbè, la ricetta funziona sia con le "piadine spesse" che con quelle sottili.




In realtà, come ben sapete, la piadina va un po' con tutto. Infatti questa l'ho fatta prendendo pezzetti da quello che stavo preparando per portarmi avanti con i pasti della settimana...
Quindi se non avete esattamente gli stessi ingredienti, provate a imbottirla con altro, sbizzarritevi! Non fate il solito pomodoro-mozzarella, ci sono un sacco di gusti che vale la pena provare e mescolare!

Piadina estiva (per una piadina):

- 1 piadina di quelle larghe e sottili
- 4 cucchiai di Guacamole
- 7 fettine sottili di pomodoro
- 3 cucchiai di lenticchie cotte

Preparazione:

Accendere il forno ventilato a 180°. Su una teglia (con la carta forno) distendere la piadina e spalmare, su una metà, il guacamole. Adagiare sopra le fettine di pomodoro, aggiungere le lenticchie senza distribuirle uniformemente, chiudere l'altra metà della piadina e schiacciare bene.
Infornare in forno già caldo per 3 minuti.

Non occorre aggiungere condimenti. L'avocado è molto oleoso di suo, quindi non aggiungete olio. Sia le lenticchie che il guacamole hanno già il sale, di conseguenza anche lui possiamo evitarlo (il vostro corpo vi ringrazierà). Consiglio di non 'spalmare' le lenticchie perchè, essendo la componente dal sapore più intenso, rischia di ammazzare il guacamole. Messe a cucchiaini sono meno irruenti.

Potete anche tenerne da parte una per il pranzo del giorno dopo, se ci riuscite ovviamente. Io non ce l'ho fatta...  ;)

5 commenti:

Svampi ha detto...

Oddio. Sembrano deliziose D: e sane, che è cosa buona e giusta!!

Anonimo ha detto...

Ciao, non ti ho mai lasciato commenti anche se ti leggo da tanti mesi. Avrei voluto scriverti per la tua mica, ma poi mi sembrava di essere troppo invadente, e ho lasciato stare... comunque mi è molto dispiaciuto.
Ti scrivo oggi per una cosa molto più frivola, ma nella macrobiotica si può mangiare lo strutto? Perché nelle piade è uno degli ingredienti principali.
A presto!

Elisa

Theallamenta ha detto...

Svampi sono sia deliziose che sane, fatti sotto :)

Elisa grazie per le tue parole e i tuoi pensieri :)
Io uso le piadine senza strutto (in genere me le faccio io, magari è il caso di mettere una ricetta... lo farò!), al di là della macrobiotica non dev'essere l'ingrediente più genuino del mondo... ^^

namabiah ha detto...

Dopo aver visto la tua ricetta sono uscita a comprare l'avogado e le ho provate!! E sono ottime.. con questo clima infernale riuscire a mangiare qualcosa di fresco che non sia un'insalata è una mano santa... Ricettina davvero azzeccata per questo periodo! :)

Piadina Romagnola ha detto...

Ma no dai, non puoi scaldare le piadine nel forno! E' un sacrilegio!
Infatti ti sono rimaste bianchine. Piuttosto usa una padella antiaderente. Otterrai una cottura corretta della piadina e scalderai anche il ripieno.
Il ripieno che proponi è molto invitante, secondo me sarebbe buono anche come antipasto, arrotolando la piadina e poi tagliandola in dischi, sarebbe un ottimo antipasto finger food.
Ciao e Buona Piadina!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails