mercoledì 11 agosto 2010

Coppette Mestruali - Menstrual Cups

To my beloved International Readers: I apologize for not translating this post, but it is so long and at the moment I have no time. It's a post about menstrual cups, which, here in Italy, are almost unknown. I ask you the courtesy to use a translator if you want to read this post. Meanwhile, I'm gonna translating it. If you want to leave your opinion you are welcome! Sorry for this lack of kindness towards you. I'll be better and nicer next time, I promise.


Oggi si cambia argomento. Si parla di “quei giorni”.
Da più di un anno ho detto addio ad assorbenti e tampax vari. Dopo mille indecisioni, dopo mille “che schifo”, dopo mille recensioni lette, mi sono comprata una “coppetta mestruale”.

ATTENZIONE: Se siete schifiltosi, deboli di stomaco, o se vi mettono a disagio certi argomenti, forse è il caso che ripassiate per il prossimo post, non vorrei urtarvi :).

Dunque, dicevo. All’estero questa alternativa agli assorbenti è molto usata, soprattutto per questioni ecologiche (si pensi al consumo mensile di assorbenti per ogni donna nel corso della vita…). Devo ammettere che la mia scelta invece è stata dettata dal non poterne più di irritazioni e fastidi, soprattutto durante i periodi caldi, e dal non trovare mai l’assorbente perfetto. Ebbene, per me questa è stata la soluzione. Testata in moto, in piscina, in mare, oltre che nelle normali giornate da mal di pancia e tè caldo sul divano, ovviamente.

I lati positivi per me in generale per tutte le coppette sono:

* assenza di irritazioni: la pelle non è in contatto con niente che non siano slip di cotone, quindi va da sé che non debba usare tubetti di pasta di Fissan per lenire il fastidio, dato dal caldo e dal sudore che mi crea un assorbente;
* non è come un tampax. I tampax non riesco a usarli, sento attrito e non sono mai comoda. La coppetta non la si sente proprio.
* quando si è fuori casa basta una bottiglietta d’acqua o una salviettina intima;
* è “ecologicamente corretta”;
* ci si abitua in fretta. Dire che è subito immediata sarebbe una bugia, per i primi due o tre inserimenti e disinserimenti ho avuto qualche difficoltà, dovuta alla novità, al fatto che pensavo di trovarmi davanti a scene splatter e via dicendo. Invece l’inserimento è molto semplice, e la rimozione anche, basta solo prenderci la mano.
* non si svuota con la stessa frequenza con cui si cambia un assorbente. Ovvio, dipende dal flusso di ognuna, ma io ne ho poco, quindi in teoria potrei metterla al mattino e rimuoverla alla sera, rimetterla alla sera e rimuoverla al mattino;
* non c’è il minimo rischio di sporcarsi. Ogni tanto, se non è messa bene, si può avere qualche micro goccia sullo slip, ma a me sarà successo tre volte in tutto, e solo perché ho sbagliato io.
* la durata di una coppetta è di 5/10 anni.

Il mio primo acquisto è stata una Mooncup. Forse in Italia la più conosciuta tra le sconosciute. I lati positivi sono quelli di tutte le coppette, mentre i lati negativi, per quanto mi riguarda, sono i seguenti:
- il materiale è più ‘duro’ rispetto ad altre coppette che ho provato;
- all’interno della coppetta ci sono delle scritte in rilievo (taglia, sito, riferimenti di capacità) che rendono difficile la pulizia, oltre ad essere inutili (che caspita me ne frega di avere il sito su una coppetta che non vedrà mai nessuno??);
- il bordo della coppetta è piuttosto consistente, e per me toglierla non è mai completamente indolore;
- il prezzo. Rispetto ad altre ha un prezzo davvero esagerato, soprattutto se acquistata in Italia. Infatti io l’ho comprata su eBay, con un risparmio notevole (22 € spedizione inclusa, contro 29 € PIU spedizione € 9,90!!!).



Ho successivamente comprato una LadyCup, taglia small perché credevo che Mooncup mi desse dei problemi perché avessi sbagliato taglia. In realtà per me è troppo piccola (in effetti la taglia SMALL è indicata per ragazze sotto i 30 anni) e a volte mi è capitato di aver difficoltà a rimuoverla. Niente che qualche “spinta” in più non abbia risolto.
Rispetto alla Mooncup, i miei lati positivi sono:

* non ha scritte e/o informazioni in rilievo, quindi la pulizia è molto più semplice;
* ha un sacco di colori tra cui scegliere :);
* è più morbida e flessibile;
* il bordo è meno pronunciato e dà meno fastidio quando si deve togliere;
* il prezzo. Sul sito ufficiale costa circa 25 €, e le spese di spedizione sono irrisorie. In più spediscono un codice con uno sconto per successivi acquisti. Quando l’ho comprata io, quindi parlo di un anno fa circa, ogni mese c’era un colore in offerta, poi questa opzione non l’ho più vista. Quando si sceglie il colore però per alcuni c’è un aumento di prezzo.

Quindi, alla ricerca della coppetta perfetta, sono approdata sul sito di MeLuna.
Non l’ho ancora testata (mi è arrivata oggi), quindi per ora posso dare il mio parere su lati positivi “a vista”:
- il prezzo. 13 € più 3,60 di spedizione.
- Ordinata lunedì, arrivata mercoledì.
- Si può scegliere tra una varietà di “gambi”. Il gambo è stato pensato per facilitare la rimozione. In realtà quasi tutte le donne lo tagliano perché risulta scomodo e fastidioso. La coppetta si rimuove prendendola dalla base, il gambo è quasi superfluo. Meluna propone vari modelli: senza niente, con il classico gambo, con una pallina e con un anello. Io ho preso quella con l’anello, mi sembrava la più comoda da rimuovere.

Appena riuscirò a fare delle foto vi farò vedere in dettaglio MeLuna.
Spero di essere stata utile con questa “recensione” un po’ strana, ci tenevo a farla perché non è giusto che noi siamo sempre gli ultimi. E passi per le collezioni degli smalti, che arrivano a settembre quando tutto il mondo le ha a giugno, ma quando si tratta di un prodotto che può migliorare la nostra vita, perché non essere ‘avanti’ come il resto del mondo?

Se posso darvi un consiglio, se non ci avete mai pensato, fatelo. È una svolta nella vita.
Se avete dubbi, curiosità, osservazioni o qualsiasi cosa, chiedete e sarò felice di rispondervi.
Ribadisco che quelle qui sopra sono mie opinioni. Quindi sono soggettive. Se ci fossero opinioni discordanti, sarei felice di sentirle!

12 commenti:

Dony ha detto...

Grazie per questa review! Ci pensavo da tanto,anche se avevo visto solo la Mooncup...i miei dubbi riguardano più che altro la rimozione,soprattutto quando si è fuori casa...come fai a renderti conto di doverla svuotare? e quando lo fai non ti sporchi? Scusa le domande sciocche ma vorrei provarla ^_^

Cupcakes ha detto...

Ne ho molto letto sul web ma non conosco nessuno di "reale" che ne faccia uso. Io ho molte difficoltà per inserire un assorbente interno mini (Ho gli ob, saranno lunghi si e no 5 cm e molto sottili), quindi so già che mi darebbe troppo fastidio inserire qualcosa, anche piccola, e lasciarla dentro per ore.

Deve però essere molto comoda, e soprattutto fa risparmiare in soldi e in inquinamento, come dici tu.

Ps: A me annoia tutto troppo facilmente, quindi non farei una spesa grossa come quella che vorresti fare tu per le DC Martens, soprattutto perchè ne hai già un paio. Io però, a tua differenza, le cose nuove le tengo anche ANNI nel cassetto (tengo un paio di coulotte nel cassetto, nuove, dal terzo superiore... ma perchè???).

Theallamenta ha detto...

Dony, non hai segnali di doverla svuotare, è un tempo che ti dai tu, sul volantino di meluna dicono di basarsi su ogni quanto cambi un assorbente, all'inizio, per renderti conto di ogni quanto va svuotata (in genere la si tiene di più di un assorbente, anche perchè il sangue non è a contatto con l'aria quindi non si sentono assolutamente cattivi odori - già, un altro vantaggio che ho dimenticato.. vabbè.
Sporcarti non ti sporchi, a meno che non ti scivoli di mano proprio appena tolta... (mi è successo una volta, ma per fortuna ho preso l'abitudine di fare i cambi sul bidet se sono a casa, quindi niente traumi :)
ti sporchi appena appena le mani..
Non so se consiglierei la Mooncup, non è la mia preferita, la trovo più dura rispetto alla Ladycup. Secondo me visto il costo se vuoi provare e vedere come ti trovi, una Meluna è l'ideale.

Cup, in realtà è molto più comoda di un OB perchè la parte a contatto con il corpo è solo l'anello, ed è morbido, quindi non lo senti nemmeno quando ce l'hai. Sull'inserimento non saprei che dire, a me gli assorbenti interni hanno sempre fatto impressione, invece vedo che è questione di abituarsi. Non so, a me ha cambiato la vita "in quei giorni", quindi mi viene da dire che vale la pena provare (e non si molla più poi!), ma è soggettivo :)

Corvina ha detto...

Oh...mi incuriosisce molto però, considerando che non riesco nemmeno a mettermi un assorbente interno, direi che ci sono scarse probabilità che la usi XD

Dony ha detto...

grazie per il chiarimento!!! Alla fine ho deciso di provare la Ladycup, non ho mai avuto problemi con i tamponi,quindi spero vada bene ^_^

Theallamenta ha detto...

Corvina, anche per me era così... diciamo che non avevo grande dimestichezza con manovre "laggiù".
Invece è stato più semplice del previsto :)

fruityglitz ha detto...

grazie mille per questo post!!! :) mi hai fatto scoprire la MeLuna che non conoscevo...ho sempre voluto provare queste coppette ma devo ammettere che ero frenata un po' dal prezzo, un po' dall'idea che fossero complicatissime da usare....ma dopo averti letta mi sembra tutto molto meno tragico! devo dire che procederò presto con l'acquisto, spero di azzeccare prendendo la M di MeLuna....ti farò sapere :)))

VerdeMenta ha detto...

Ma sai che non sospettavo nemmeno l'esistenza di un simile oggetto?? Grazie, mi hai aperto un mondo nuovo, credo proprio che proverò :)
Già testata la MeLuna? Per iniziare la consigli, visto anche il costo inferiore rispetto agli altri modelli?

Theallamenta ha detto...

Fruityglitz se hai tempo di aspettare un paio di giorni faccio la review della Meluna con le dimensioni... non è complicata, anzi, ci vuole solo la pazienza di prendere dimestichezza. Cosa che io non ho avuto, e mi sono fatta prendere dal panico la prima volta che ho avuto difficoltà a rimuoverla :)

Verdementa non l'ho ancora testata, mi ci vorranno ancora due settimane :) io per il costo la consiglio a prescindere :) non ti so dire niente sul comfort, ma alla fine è relativo, come non senti un tampax non senti nemmeno una coppetta. Però se vuoi attendere la mia "madre natura", poi ti faccio sapere!! :)

Melly ha detto...

Ciao,
mi presento, sono Melly.
Ne avevo già sentito parlare ma ho letto con interesse il tuo post.
Grazie per le info.
Proverò anche io

Anonimo ha detto...

Ciao,
ho comprato ora (e la sto provando in questi gioni) la fleurcup (francese) morbida e carina (la misura più grande avendo 42 anni e già partorito). La trovo molto morbida e comoda e ha il gambo con qualche zigrinatura. Quello che mi da più difficoltà è la rimozione, il gambo mi scivola e non se mpre riesco ad "acchiappare" la base tanto da tirarla fuori. Mi/ti chiedevo, con l'anello la cosa è più semplice? La mia bimba di 13 anni ne vorrebbe una ma sono un pò indecisa per la difficoltà di rimuovarla ... grazie per l'eventuale risposta (a cui terrei molto). ciao
Maralica

Theallamenta ha detto...

Ciao,
io ultimamente sto usando solo più la Meluna proprio per l'anello. Come te anche io avevo il problema della rimozione perchè per non sentire fastidio il gambo praticamente lo tagliavo quasi tutto, invece così con l'anellino riesco ad afferrarlo subito e a tirare quel tanto che basta per prendere la base.
Considera che non ci passa un dito, è proprio solo per far presa, però per me funziona benissimo, meglio che i gambi (lunghi o corti che siano).
Spero di esserti stata utile :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails