martedì 17 aprile 2012

* Spignatto * - Crema all'ossido di zinco.

Questo è stato il primo spignatto serio.
Ho guardato e riguardato mille volte il video della meravigliosa Carlitadolce, che sarebbe questo qui, e poi mi sono lanciata nel mio primo spignatto serio.
Sappiate che Carlita è il mio nuovo mito e la adoro, quindi preparatevi a sentirne parlare sempre.
La suddetta crema è ottima come crema post-depilatoria, per le scottature solari, per la pelle arrossata.
Ha proprietà riparatrici e purificanti.
Ho leggermente variato la ricetta originale del video perchè non avevo tutto in casa. Questa è una ricetta semplice, non richiede emulsionanti poichè non abbiamo bisogno di unire acqua e olio, è una crema utilissima ma di preparazione "basic" ed è davvero accessibile a tutte.

Ecco la mia versione (ovviamente se avete tutto l'occorrente seguite quella di Carlita!!):



Occorrente (in grammi):

- Cera d'api 6
- Burro di karitè 52
- Olio di mandorle 11
- Olio di riso 10
- Ossido di zinco 8
- Tocoferolo 1
- Pantenolo 1
- Gel d'aloe 10
- Olio essenziale 7 gtt
- Cosgard (conservante) 0,6

Preparazione:

Pesare l'olio di mandorle e l'ossido di zinco, unirli e mescolare per sciogliere bene la polvere. Aggiungere l'olio di riso e la cera e mettere a bagnomaria. Quando la cera è sciolta e il composto è fluido e bianco, unire il burro di karitè (ATTENZIONE: il burro di karitè non deve essere scaldato a una temperatura superiore ai 65°, altrimenti una volta freddo diventerà a grumi, quindi si unisce quando tutti gli altri grassi sono già sciolti), mescolare e togliere dal fuoco quando è tutto sciolto e amalgamato.
Continuare a mescolare fino a che il composto si sia intiepidito. Solo allora aggiungere il tocoferolo, il pantenolo, il gel d'aloe e il conservante (se non ce l'avete non importa, si conserverà meno tempo). Aggiungere infine gli oli essenziali (io ho messo tea tree 3 gtt e menta 4 gtt perchè mi piace la sensazione rinfrescante che lascia). Mescolare mescolare e mescolare finchè si addensa.

Quando sarà quasi fredda potete travasarla nel suo contenitore (lavato e pulito con un goccio di alcol buongusto) e aspettare che si raffreddi del tutto.


Qui vi faccio vedere con una certa eleganza il post-baffetti. In genere posso depilarmi quando so che per un giorno e mezzo non ho niente da fare, perchè la pelle mi si arrossa che è un piacere (e rimane rossa per almeno una notte e una mattina). Invece stavolta, con la mia supercrema in mano, ho fatto la splendida e ho strappato poco prima di uscire di casa.
Poi ho messo la crema, et voilà, ecco le prove. Non un ombra di rossore o irritazione.
Promossissima e mai più senza.


Ed ecco la consistenza sulla mano:


Non unge, non rimane biancastra, si assorbe in fretta e lascia la pelle morbida. Ve la consiglio caldamente.

L'ossido di zinco l'ho comprato su Aroma-zone, come anche il Pantenolo, il Tocoferolo e il Cosgard. Questi tre, se non li avete, potete ometterli.
Se la fate, fatemi sapere! :)

4 commenti:

Desert Rose ha detto...

wow! intanto prendo nota... grazie :)

LaDamaBianca ha detto...

Adoro la pasta all'ossido di zinco, solo che io la compro già pronta. Mi manca la pazienza per spignattare, ammiro chi lo fa.

stregalice ha detto...

Come LaDamaBianca anche io compro la pasta all'ossido di zinco già pronta, ed a casa mia ne consumeremmo meno solo se la spalmassimo sul pane...

Una volta, da gggiovane, mi facevo i baffetti solo sui lati, finché qualcuno non mi ha fatto notare che sembravo Hitler :p

お菓子 Okashi Lau ha detto...

*_* mi piace il tuo bloooooog!!!! grazie per il commento nel mio, mi piace il tuo modo di pensare :-)

bello bello questo blog *_* davvero *_*

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails